cucciolo alla base

Soldati ucraini adottano un cucciolo infreddolito: ora fa la guardia per loro

I soldati ucraini hanno adottato un adorabile cucciolo che si aggirava da solo attorno al luogo in cui erano di stanza. Le immagini, condivise su Reddit, mostrano come il cucciolo sia sveglio ed incredibilmente carino. Lo hanno chiamato “Rambo”, nella loro base.

cuccioo tra le macerie

Nella clip, i soldati spiegano come si sono sentiti dispiaciuti per Rambo quando lo hanno visto, perché fuori faceva molto freddo. Quindi, hanno fatto quello che farebbe qualsiasi brava persona e l’hanno accolto, e ora il piccolo sta aiutando in prima linea le truppe. Uno dei soldati aggiunge:

Lui è la sicurezza, questo è il suo lavoro. E’ il nostro cane da guardia. Puoi sentire molto bene se c’è uno sconosciuto nelle vicinanze. E’ il nostro protettore, vero, Rambo?

cucciolo con soldato

Rambo ovviamente risponde con l’espressione più carina che si possa immaginare. Se non lo avessi già notato dalle foto, secondo le truppe, “era così piccolo che poteva stare in una mano“.

cucciolo controlla la base

Rambo aiuta la sua truppa anche regalando qualche sorriso e tenendo alto il morale, in un momento in cui l’invasione di Putin, in alcune zone, stringe la sua morsa sui civili rimasti e sui soldati. In un discorso al Parlamento europeo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che “gli ucraini sono fantastici” e che i suoi compatrioti stanno mostrando una resilienza e una forza d’animo senza eguali.

Ma ha anche esortato gli alleati europei a fare di più, affermando che nel corso della guerra:

L’Ucraina sta perdendo la sua gente migliore, i più forti, coloro che impiegano il loro valore e si sacrificano nel tentativo di proteggere il proprio Paese.

soldati parlano del cucciolo

Zelensky ha proseguito affermando che l’Ucraina ha dimostrato il proprio valore e che gli alleati europei dovrebbero a loro volta “dimostrare di essere con noi e che non ci lasceranno andare”. Si è espresso così:

Dimostra di essere europeo, che la vita sconfiggerà la morte e la luce sconfiggerà le tenebre.

Il presidente ha poi citato le notizie secondo cui tra coloro che sono stati uccisi negli attentati dinamitardi ci sono anche bambini. Le Nazioni Unite hanno confermato oggi che 136 civili, inclusi 13 bambini, sono stati uccisi dall’inizio del conflitto. Domani si terranno altri colloqui tra Russia e Ucraina nella speranza di un possibile cessate il fuoco.

LEGGI ANCHE: Stepan, il famoso gatto ucraino che subisce le conseguenze della guerra

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: